#versoleelezioni…il programma che vorremmo


Continuiamo sul tema delle elezioni portandovi l’idea di alcuni punti che avremmo voluto leggere – alcuni li abbiamo trovati, la maggior parte no invece – nei programmi dei candidati CROAS:

Per chi preferisce leggere, ecco il testo in sintesi:

LA NOSTRA IDEA DI PROGRAMMA SI BASA SU:

  • MAGGIOR TRASPARENZA
  • ANTI-OPPRESSIVITÀ DELLE ISTITUZIONI
  • ACCESSO ALLE INFORMAZIONI
  • PARTECIPAZIONE ATTIVA DEGLI ISCRITTI ANCHE IN FASE DECISIONALE

Programmi che siano programmi e non lista delle buone intenzioni: COSA VUOI FARE E COME? È NEL TUO POTERE? OBIETTIVI SMART

1. SOLLECITARE ATTIVAMENTE PER MODALITÀ DI VOTO PIÙ RISPETTOSE DEGLI ISCRITTI PER RENDERE PIÙ SEMPLICE LA PARTECIPAZIONE AL VOTO TRAMITE PROPOSTA DI VOTO VIA PEC: si può solo votare in presenza o per posta – da quest’anno bisogna anche andare a prendere la busta per il voto all’ORDINE! sembrerebbe per scelta del CNOAS. Non si può votare ad esempio via PEC.
Secondo noi bisognerebbe intervenire presso gli Ordini per consentire un adeguamento della disciplina ordinistica del 2005 per consentire l’inserimento del voto via PEC invece che solo ai seggi o per posta, tanto più che per i professionisti iscritti all’albo devono avere la PEC.
Non sarebbe molto diverso in termini di privacy dal voto per raccomandata, basta inviare un allegato e tenerli separati dal momento dell’arrivo es. con INDIRIZZO PEC SPECIFICO PER ELEZIONI CHE SI APRE SOLO A SCADENZA.
Certo qualcuno potrebbe obiettare che non sono i CROAS ad avere competenza per interfacciarsi con gli altri ordini professionali per condividere una proposta legislativa di questo tipo
siamo d’accordo sul fatto che non è loro competenza diretta ma visto che il CNOAS, anche se noi non siamo d’accordo sul come viene eletto ora, è eletto direttamente dai CROAS riteniamo che questi ultimi abbiano doveri nei confronti dei loro iscritti di sollecitare il CNOAS verso istanze necessarie anche laddove siano di ampio respiro. SI A NOI PIACEREBBE CHE IL NAZIONALE FOSSE ELETTO DIRETTAMENTE DAGLI ISCRITTI, questo richiederebbe altri cambiamenti legislativi. CI SEMBRA CHE SI EVITEREBBERO GIOCHI DI POTERE SU CHI DEVE ESSERE RAPPRESENTATO ED ELETTO AL NAZIONALE! Comunque per le modalità di voto ci sembra che solo passando dalla spinta regionale si possa indurre il nazionale ad agire in questo senso.
Il voto via PEC è legato al RISPARMIO, SBUROCRATIZZAZIONE, VICINANZE DELL’ORDINE ALL’ISCRITTO.

2. Selezione dei consulenti e dei formatori con avvisi pubblici con criteri definiti ex ante per aumentare la trasparenza nelle selezioni
3. Appropriatezza della comunicazione esterna. Le notizie si possono dare in modo immediato alla comunità senza che la comunità debba cercarsele: brevi video dopo ogni consiglio con le decisioni assunte; comunicati stampa video; comunicati video su eventi, etc…;
4. RISPONDERE A TUTTI GLI ISCRITTI individualmente e laddove si riscontrano medesime istanze tramite video che poi siano inviati come risposta via mail. QUINDI CREAZIONE CANALE YOUTUBE A CUI RIMANDARE ISCRITTI PER AVERE RISPOSTE.

Lunedì 5 una nuova puntata di #versoleelezioni il programma che vorrei…


AssistenteSocialePrivato è a favore della condivisione di contenuti di qualità. Da noi niente SPAM!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *