Lettera del CNOAS: Riflessioni e perplessità


La lettera del CNOAS ci dice che è necessario un sostegno ad i vari Consigli regionali; quindi ogni assistente sociale dovrà versare 5 euro in più rispetto alla quota regionale.

Con un breve calcolo è possibile capire come i soldi in più siano 275.000…

Come verranno spesi questi soldi? Questo nella lettera non è specificato!

L’ unica certezza è che 120.000 euro o 130.000 verranno concessi  a fondo perduto alla Fondazione ( che non è un ente pubblico) da parte del CNOAS, per iniziare l’attività.

La fondazione ha partecipato e vinto un bando che si chiama “Pueri” dando lavoro a 40 colleghi della Sicilia e della Puglia; la domanda sorge spontanea…dove è stato pubblicato  bando?

Un altro punto di grande perplessità è il seguente…

“Si è deciso di instaurare un rapporto professionale con una figura libero professionale di progettista ricercatore assistente sociale specialista in grado di approfondire e sviluppare i diversi temi per il supporto del Consiglio e della Fondazione” 

Non dovrebbero essere due enti separati? Ma soprattutto perchè assumere solo una figura? per il contraddittorio sarebbe meglio istituire un piccolo team di professionisti qualificati!!!

Come verrà scelta questa persona? Con che criteri?

La trasparenza è fondamentale!!!

Sarebbe interessante ricevere  dal CNOAS un piccolo bilancio per capire come verranno spesi questi soldi!!

Cosa ne pensate? Qual’è la vostra opinione?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *