#sipuòfare: ABUSO


ABUSO.

Giù le mani

Ci ho pensato un po’ prima di decidere se scrivere un post nel blog ma poi ho deciso che potevo parlarvi della prevenzione all’ abuso o meglio, per spaventarvi meno, alla cura e al rispetto di sé (anche fisico) in questo spazio.

 

Perché per parlare bene di questo tema dovrei prendermi del tempo e collaborare con un collega per calibrare le parole.

 

Ed io ora desidero che voi ne parliate con i vostri figli: maschi, femmine, piccoli o grandi.

Quindi non perdiamo tempo!

 

Mamme amiche hanno ascoltato discorsi tra le loro figlie e le mie inerenti la storia di una bambina MIMI’ e di un pinguino LEO. Entrambi i personaggi hanno paura per le richieste che arrivano loro da alcuni adulti, mascherate da false gentilezze, ma che grazie all’attento sguardo di figure di riferimento intorno a loro trovano il modo di parlarne per essere accolti e accompagnati a capire.

 

Quello che vorrei passasse è che non c’è genere, età per parlare di abuso, molestie, soprusi e soprattutto non dovete pensare che sia un tema che non vi riguardi.

 

Non vuole essere il mio terrorismo psicologico ma una reale necessità: i bambini devono poter conoscere per tempo e con adeguate parole quanto in questo mondo succede e poterne parlare. Questo permetterà loro di sentirsi ascoltati, non giudicati e nel caso, cosa che spesso ascolto, colpevoli.

 

Fornire loro e a voi un’altra occasione per stare insieme in maniera costruttiva è quanto chiamo passare dal dire al fare. Buona lettura!

 

Giù le mani! Il pinguino Leo impara a difendersi dagli adulti (Erikson)” per bambini sotto i 6 anni

 

Mimì fiore di cactus. Marie-France Botte” per i bambini sopra i 6 anni.

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *