Il ruolo degli avvocati nella coordinazione genitoriale 1


Bentornati al Video Blog di Assistente Sociale Privato.

Che ruolo ricoprono gli avvocati all’interno della Coordinazione genitoriale?

Un ruolo fondamentale!!!

Il team di lavoro nella Coordinazione Genitoriale è formato da:

  • Coordinatore;
  • coppia genitoriale
  • due avvocati

Gli avvocati non devono essere presenti a tutti gli incontri; il loro ruolo è soprattutto di garanzia dell’impegno dei clienti e di richiamo di questi ultimi al rispetto delle regole, del contratto e dello scopo della Coordinazione Genitoriale.

Il loro ruolo è anche di “richiamo” del Coordinatore genitoriale; gli avvocati hanno, infatti, il compito di verificare che il suo lavoro sia rispondente a ciò che è stato concordato nel contratto.

Il richiamo alla responsabilizzazione di tutti  i soggetti all’interno del percorso di Coordinazione Genitoriale è fondamentale.

Un professionista non può chiedere ad un genitore di rispettare le regole, se lui stesso non le rispetta.

Il ruolo di garante ricoperto dagli avvocati è  quindi fondamentale, poiché l’obiettivo è quello di creare una buona sinergia di lavoro fra tutti i soggetti coinvolti.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

L’importanza del ruolo dell’avvocato all’interno della Coordinazione Genitoriale è data dal fatto che, mentre il coordinatore  è scelto tramite  un “compromesso” tra la coppia genitoriale, l’avvocato è una scelta personale del singolo cliente. 

Il cliente ripone fiducia nel proprio avvocato, tanto che, se nella Coordinazione si verificano problemi,  il coordinatore può coinvolgere gli avvocati, chiedendo loro aiuto.

Ad esempio: nel caso in cui i genitori non rispettino le regole e il contratto, è importante definire  un incontro con tutti i soggetti coinvolti al fine di richiamare la coppia genitoriale al rispetto di quanto concordato.

La presenza di avvocati attivi all’interno del team di lavoro è quindi fondamentale e preziosa per il buon funzionamento del percorso!!!

Nello specifico il ruolo dell’avvocato all’interno della Coordinazione genitoriale è ciò che rende questo metodo particolare e rispettoso della scelta delle singole persone.

Che cosa ne pensate?

                     

                             GUARDA I VIDEO PRECEDENTI SUL CANALE YOUTUBE

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Il ruolo degli avvocati nella coordinazione genitoriale

  • vanessa bargellini

    Lavorare “insieme” ognuno con le proprie competenze “per il minore”,confrontarsi in un clima di fiducia e mi permetto di aggiungere,restituendo ai genitori una modalità comunicativa nuova di collaborazione e scambio di idee,anche quando queste risultano contrastanti. Centrale risulta essere l’ interesse del minore, se non sbaglio, ma non può comunque scindere da un buon esempio di comunicazione dei professionisti.
    Ringrazio,la seguo affascinata dal questa tecnica, in cui traspare la sua passione e il suo “credo” di portare avanti ,non solo una modalità operativa di lavoro (forse non è tecnicamente giusto chiamarla così) ma una forma d tutela dei minori come contributo importante più equo e imparziale nel sistema, pungente e talvolta “contradditorio” nel rispettare e portare al centro delle decisioni i diritti dei figli.