#fuoridalcomune: Il servizio sociale in ospedale


Torna il video blog di assistente sociale privato  con la rubrica #fuoridalcomune, interviste a professionisti che svolgono mansioni alternative ed innovative.

Oggi con Giorga Orlandini parliamo del servizio sociale in ospedale, e del perché è importante questa figura tramite una serie di domande.

D:Raccontaci perché è importante la presenza dell’assistente sociale all’interno degli ospedali, quindi in contesti sanitari

R:In ospedale abbiamo pazienti, o persone ricoverate o familiari, è utile sia per il medico ,sia per la famiglia, e rappresenta un legame con il mondo esterno, molto spesso l’ospedale è un po’ una bolla a se; a livello informativo la figura dell’assistente sociale è fondamentale, ad esempio per un paziente è importante per parlare ed accettare il cambiamento dettato da una condizione di salute, in questo possiamo lavorare insieme. Una volta uscito dall’ospedale che servizi posso avere? ecco l’assistente sociale può aiutare in quel senso; un’apertura verso l’esterno

D:L’assistente sociale in questo cambiamento che è avvenuto che ruolo ha? oltre quello ad accompagnare verso l’esterno?

R: Quando è possibile lavorare in equipè, una parte molte tecniche, esempio degli ausili per la casa,con i servizi rterritorili, per capire cosa è già stato fatto, come inseriremi in un contesto che già c’è o creare qualcosa di nuovo, favorendo un equipè con gli altri servizi. Questo serve alla familgia, percjhè in ospedale serve questo, è vero, non è una cosa accattivante, ma è essenziale per togliere una preoccupazione alla famiglia.

D: Quali competenze e le conoscenze che è opportuno crearsi per lavorare in ospedale?

R: Capire le differenze a livello regionale, a livello legislativo e procedurale, ogni regione è a sé; procedure di base per disabili ed anziani; tutto ciò serve per informare al meglio.

Ad esempio c’è un corso di Assistente sociale privato, in cui tutto questo viene spiegato, sia io che Giorgia l’abbiamo fatto, perché le competenze vanno create,il corso di chiamo l’assistente sociale come risorsa per il cittadino.

A livello lavorativo questo corso mi ha aiutato moltissimo anche per essere chiara nella spiegazione.

D:Che tipo di innovazione ci può mettere all’interno della professione l’assistente sociale? Uno spazio decisionale e di creatività c’è sempre,.,per la tua esperienza c’è modo?

R:Sull’aspetto creativo dipende sempre dalla situazione, ad esempio quest’anno ho accolto una stagista che sta svolgendo un indagine per  il reparto  per capire cosa possiamo dare di diverso.

Un punto innovativo è quello di scrivere le informazioni che servono.

COSA NE PENSI?

GUIARDA TUTTI I VIDEO SU YOUTUBE?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *